Percorsi di Bioarchitettura

 

Percorsi di Bioarchitettura®, una piattaforma per un progetto formativo in cui i "percorsi" sono intesi sia "immateriali" che "materiali" legati alla conoscenza della bioarchitettura. Oggi abbiamo più di 5 anni di esperienza in riunire con successo individui ed organizzazioni con attività ed azioni di nostro interesse. Il consiglio direttivo è formato da membri attivi con un grande senso di cameratismo, integrità e voglia di ottenere obiettivi attraverso lo sforzo collettivo. Ed i nostri membri senza dubbio vivono questi stessi valori, dimostrati nella forma e nei risultati delle attività e degli eventi che si organizzano e si sviluppano all'interno dell'ente.Le nostre strutture sono idealmente attrezzate per ospitare attività ed eventi di piccola o media entità, relazionati con le tematiche relative all'identità della nostro ente. Se vuoi conoscere maggiori dettagli sul nostro impegno, struttura interna e come farne parte non esitare a contattarci.

 

La Piattaforma      

|Percorsi di Bioarchitettura|

è un’iniziativa di INBAR Siracusa che si sviluppa in tre campi di azione: 

(1) il Premio, (2) i Green Drinks, (3) il progetto”Percorsi di Bioarchitettura tra terra e cielo”

   1° STEP Il Premio

è  ques’anno alla sua terza edizione. Il concorso conferisce un premio economico e l’opportunità di stage ai vincitori delle categorie tesi di laurea magistrale e triennale di qualsiasi indirizzo di studi (Beni Culturali, Agraria, Architettura, Ingegneria, Geologia, Archeologia ecc.).Possono partecipare laureati  di tutti gli Atenei che abbiano prodotto tesi di laurea magistrale o triennale e che abbiano avuto come oggetto di studio il territorio della provincia di Siracusa sui temi dell’architettura sostenibile, dell’innovazione progettuale della progettazione partecipata e della fruizione dei beni culturali finalizzate al miglioramento della qualità e della sostenibilità del costruito e dell’ambiente.Il bando verrà pubblicato nel mese di marzo e resterà aperto per 30 giorni. A chiusura del periodo di adesione si considereranno altri 20 gg. per riunire la Commissione giudicatrice ed entro il mese di maggio si svolgerà la cerimonia di premiazione in occasione di una manifestazione pubblica, in cui verrà allestita anche una mostra con i migliori elaborati, mostra che nel corso dell’anno potrà essere ospitata anche in altri eventi.Scopo dell’iniziativa è promuovere la cultura della sostenibilità, stimolando la definizione di soluzioni innovative negli interventi di tipo insediativo, architettonico e tecnologico, promuovendo nel contempo un più forte e sinergico collegamento con il mondo imprenditoriale e con gli attori sociali che a livello locale promuovono e sostengono la qualità del costruito e dell’ambiente. L’intento è di raccogliere le eccellenze per proseguire e diffondere la ricerca delle nuove e innovative pratiche di applicazione dei princìpi della bioarchitettura.L'iniziativa ha il patrocinio della SDS di Architettura di Siracusa, della Provincia Regionale di Siracusa e degli Ordini Professionali degli Agronomi, degli Architetti PPC e degli Ingegneri della provincia di Siracusa.

Responsabile: PhD Francesca Pedalino, direttore DAEA INBAR Siracusa

    2° STEP I Green Drinks 

I Green Drinks sono attivi in 636 città nel mondo. Si tratta di incontri-aperitivo informali per chi lavora o è interessato ai temi ambientali e della sostenibilità. Gli incontri si tengono generalmente ogni mese e sono aperti a tutti: cittadini, imprese, organizzazioni e istituzioni, mondo della ricerca, studenti, lavoratori del settore pubblico e privato. Sono un modo per conoscere e scambiare idee su temi come l'uso efficiente delle risorse naturali e dell'energia, le energie rinnovabili, l'uso innovativo dei materiali, la mobilità soft e sostenibile, l'architettura e l'edilizia sostenibile, l'housing sociale, ma anche l'uso del tempo nella vita di città, la fruizione degli spazi pubblici e del verde urbano, le modalità di entertainment, le opportunità per i più giovani, la scoperta e l'esplorazione di spazi di relax e di recupero individuale nell'ambiente urbano. Sono un modo per esprimere ed ascoltare i bisogni di chi vive in città e aspira a una migliore qualità di vita individuale e collettiva. Nell'esperienza delle altre città, molte persone hanno stretto amicizie, trovato lavoro, sviluppato idee innovative,hanno condiviso interessi con altre persone o semplicemente passato serate piacevoli e interessanti.

I Green Drinks sono aperti

Gli incontri Green Drinks sono aperti a tutti e chiunque può partecipare, esperti di temi ambientali o semplici curiosi. I Green Drinks nascono come momento di confronto aperto e “orizzontale”, non sono espressione di posizioni politiche o ideologiche. E' importante il passa-parola, ciascun partecipante è invitato a sentirsi organizzatore attivo del prossimo Green Drink.

I Green Drinks sono locali

La rete Green Drinks è decentralizzata e ogni città è libera di organizzare gli eventi in modo indipendente scegliendo temi e luoghi che meglio si adattano alla specifica realtà urbana e al territorio. L’elenco dei partecipanti si sviluppa e si aggiorna di continuo, attraverso il passaparola e l'attività di social networking dei partecipanti. Ogni gruppo Green Drinks può quindi avere un suo stile e logo che lo caratterizza sviluppando un’identità locale.

I Green Drinks sono flessibili

Gli incontri sono aperti a 360° a tematiche ambientali, etiche e sociali. Si sviluppano con l’introduzione di una tema seguito da discussione aperta o con una breve presentazione di 20’-30’ su un tema specifico seguito dal dibattito. Gli incontri servono a stimolare la conversazione tra persone in modo libero, piacevole e possibilmente divertente e per facilitare le relazioni tra persone e gli scambi di idee.

I Green Drinks sono regolari

Il tema delle serata è annunciato sul sito della pagina dedicata alla città dove si tiene l’incontro, gli incontri hanno all’incirca una cadenza mensile e avvengono in un luogo pubblico come un bar o un ristorante, generalmente sempre lo stesso. Si tengono nel tardo pomeriggio con durata variabile da un’ora o più, a seconda del gruppo di persone e della conversazione.

I Green Drinks sono no-profit

I Green Drinks sono eventi gratuiti, no-profit organizzati volontariamente da una o più persone che offrono il loro tempo. Generalmente non ci sono sponsor. L’eventuale presenza di uno sponsor non condiziona né influenza gli incontri. I partecipanti sonoinvitati a fare una consumazione nel locale dell'incontro. E' il giusto riconoscimento all'ospitalità offerta dal locale scelto per l'organizzazione degli incontri. Il gruppo organizzatore si impegna a concordare con il titolare del locale un costo sostenibile

per le consumazioni. Il gruppo organizzatore non trae alcun profitto dalle consumazioni dei partecipanti. In caso di particolari esigenze manifestate dai partecipanti, può essere richiesto un contributo ad hoc (ad esempio per l'affitto di attrezzture di sala audio e video).

I Green Drinks sono un momento di relax costruttivo

Nei Green Drinks non ci sono formalità, non ci sono ideologie o schieramenti politici: sono una opportunità per incontrarsi tra persone appassionate nel condividere idee, prospettive progettuali, soluzioni nuove e creative. Per stare bene insieme in modo costruttivo. Maggiori informazioni sul link www.greendrinks.org

Responsabile: PhD Massimo Gozzo, presidente INBAR Siracusa

   STEP Percorsi di bioarchitettura tra terra e cielo

Il tema dell’EXPO 2015 “Alimentare il pianeta” pone l’accento sull’impronta ecologica dell’uomo e sulla dieta mediterranea.

L’aspetto della sostenibilità ambientale è un tema caro  all’Istituto Nazionale di Bioarchitettura sin dalla sua fondazione nel 1989. Ora l’INBAR Siracusa, organismo di ricerca, vuole essere presente a questa vetrina internazionale proponendo il progetto “Percorsi di bioarchitettura tra terra e cielo”.  Un’opportunità che raccoglie la domanda sempre crescente dei consumatori che guardano alla sicurezza e salubrità del cibo, alla sostenibilità ambientale delle produzioni, alla qualità dei prodotti e alla valorizzazione del territorio;

-       Il mantenimento della biodiversità,

-        la sostenibilità agro-ambientale,

-        il presidio territoriale,

sono solo alcuni tra gli aspetti più interessanti di un modello alternativo in un settore, quello ovino-caprino, che tuttoggi costituisce un comparto “minore” della filiera agro-zootecnica regionale.

“Percorsi di bioarchitettura tra terra e cielo” prevede giornate informative per tutta la durata dell’EXPO nelle scuole di secondo grado ed scuole medie in cui si sensibilizzeranno i giovani anche al tema degli “orti urbani”; visite guidate alle ai siti UNESCO del territorio e a luoghi d’interesse naturalistico-archeologico della provincia di Siracusa, alle aziende agricole e in particolare all’area di Thapsos uno dei più importanti siti protostorici siciliani, con “In volo su Priolo” itinerario che comprende escursioni sui monti Climiti, la Guglia di Marcello, le catacombe di Manomozza e la basilica paleocristiana di San Foca, la centrale Enel “Archimede” prototipo di solare termodinamico.Pertanto i beneficiari del progetto saranno sia i ragazzi che gli adulti, che potranno apprendere, confrontarsi e gustare le produzioni tipiche dei nostri territori e conoscere le risorse paesaggistiche, naturalistiche, archeologiche e architettoniche.Calendario: le visite guidate all’area di Thapsos e ai siti UNESCO si effettueranno durante i fine settimana. Le tappe alle aziende agricole sono da concordare con le stesse e si effettueranno per tutta la durata dell’EXPO, dal 1 maggio al 31 ottobre.

Responsabile: PhD Massimo Gozzo, presidente INBAR SiracusaSono le risorse interne all’INBAR Siracusa a guidare tutti gli incontri, investendo il nostro Dipartimento Ambiente Energia Agricoltura, a cui afferiscono dottori di ricerca e professionisti con comprovata esperienza nell'ambito della Bioarchitettura® e delle sue articolazioni che punta alla tutela e alla valorizzazione dell'ambiente naturale ed antropico in una strategia finalizzata alla qualità e che contempla la salvaguardia della salute nella gestione delle risorse e nella valorizzazzione del paesaggio:

- la dott.ssa Francesca Di Blasi, geologa e naturalista, per la Riserva Naturale Orientata “Saline di Priolo”;

- la dott.ssa Valeria Coco, biologa ed esperta di sicurezza alimentare, per le visite alle aziende agricole e zootecniche del territorio;

- l’Ing. Arch. Giuseppe Marziano, per le visite guidate alla centrale Archimede;

- la PhD Arch. Francesca Pedalino, per i siti UNESCO;

- l’architetto Martina Cancemi, vincitrice della I ed. del premio”Migliore Tesi in linea con Bioarchitettura Siracusa” curerà la tematica degli orti urbani presso le scuole.

È prevista anche  la partecipazione di  relatori esterni che collaborano da diversi anni con questo Istituto: Paolo Guarnaccia, ricercatore della facoltà di Agraria Università degli Studi di Catania; Nicoletta Nicolosi docente della SDS di Architettura di Siracusa; Linda Mangiafico, dottore di ricerca in ecologia; Antonino Attardo, agronomo e dirigente demanio forestale di Siracusa; Gianni Benedetto Biundo, esperto in acquaponica e presidente della cooperativa Empedocle di Palermo.

 

Partners